Mediaexpo

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Cosa è Mediaexpo

MEDIAEXPO: laboratorio e creatività

Incontriamoci a Mediaexpo” è il motto dei docenti, che si danno appuntamento nei 3 giorni della manifestazione. Lì si conoscono persone che da tempo collaborano via web con progetti, siti, blog.

La manifestazione, nata per far fronte alle molte esigenze formative dei docenti, fa esplorare le opportunità didattiche di alcuni software, ne presenta di nuovi, mostra siti per bambini e ragazzi, games per consolidare l’apprendimento, raccoglie e diffonde opere multimediali interattive create da docenti.

Nel corso delle edizioni si sono affrontate varie applicazioni: siti, blog, software semplici, linguaggi di programmazione, open source, laboratori linguistici, L.I.M., tappeti multimediali, strumenti per l’accessibilità, e-book, robotica e domotica.

Autori informatici,a Mediaexpo, per tre giorni tengono laboratori per le scolaresche (a cui i docenti possono assistere) e fanno formazione per gli insegnanti

La manifestazione si è poi aperta, nel corso degli anni, all’educazione scientifica in genere: docenti e ragazzi utilizzano programmi simulando esperienze virtuali, usando sensori stereomicroscopi.

Nel 2009 si è aperta una collaborazione con il dipartimento di fisica dell’Università di Udine, che ha animato laboratori per alunni da 5 a 19 anni, anche con la mostra GEI (giochi, esperienze, idee), strumenti per divertirsi e imparare.

Da due anni a questa parte inoltre si è dato spazio a tutto quanto riguardi esperienze concrete, sollecitando la creatività attraverso i vari linguaggi. Ecco perciò presenti non solo Scuole ed Autori multimediali , ma anche Scrittori, Associazioni ed Enti del territorio, Musei, ASL, Università.

Si è ospitata anche la microeditoria italiana, rappresentata da Case editrici con testi e grafica di alta qualità.

Nelle tre giornate –solitamente ad inizio novembre – c’è un via vai di classi di ogni ordine di scuola, di insegnanti, di curiosi, di famiglie.
Ingresso ed attività sono gratuiti grazie all’opera senza oneri di tutti, animatori e formatori.
USB alla mano –o tramite cd- ognuno può acquisire ciò che vuole; così si creano relazioni fra chi è esperto e chi lo è di meno, fra pari, fra generazioni.

L’I.C. di Trescore Cremasco ( nella persona della Dott.ssa Tullia Guerrini Rocco), che organizza Mediaexpo, crea -durante l’anno scolastico- alcuni incontri per approfondire i software presentati al convegno.

Stupisce la varietà delle presenze, scuole della varie Regioni d’Italia espongono buone prassi , studenti degli Istituti superiori si trasformano in tutors per i più piccoli.
Qui un vulcano erutta per il cocktail chimico, in un’aula bimbi di 8 anni creano oggetti virtuali tridimensionali al computer, c’è chi fa una visita virtuale ad un’oasi protetta o naviga sulle tracce di Marco Polo, chi si diverte con fiabe interattive o videogame a base di calcoli e regole matematiche, c’è chi taglia e incolla o chi esplora farfalle ed api.

Poi nel pomeriggio le classi se ne vanno e lo spazio è dedicato agli adulti: insegnanti, dei vari ordini di scuola, tutti insieme a cimentarsi con nuove conoscenze, a confrontarsi sulle strategie, a scambiarsi esperienze e prodotti.

Grazie agli sponsor, le scuole selezionate o i formatori sono ospitati dall’organizzazione, consapevole della ricchezza di queste presenze.

Sul sito  apparirà il programma completo.

Ma per far vivere questa bellissima piazza di scambi Scuole, Enti ed Autori sono invitati a proporre le proprie esperienze o ipotesi laboratoriali/formative: contattateci !!!